Disturbi della Nutrizione e dell’alimentazione

Disturbi alimentari
I disturbi del comportamento alimentare sono caratterizzati da comportamenti disfunzionali inerenti l’alimentazione e che sfociano in un alterato consumo o assorbimento del cibo. Tali condotte compromettono significativamente la salute fisica e/o il funzionamento psicosociale.

I disturbi alimentari presentano varie forme a secondo del modo in cui si esprime questo rapporto alterato col cibo.

I Principali disturbi alimentari sono tre:

  • Anoressia Nervosa: è un disturbo psicologico che si manifesta con condotte volontarie di restrizione dell’assunzione di cibo con, conseguente, importante calo del peso corporeo. Tali condotte sono accompagnate da un forte timore di ingrassare e dalla ridotta capacità di valutare la gravità dell’attuale perdita di peso.
  • Bulimia Nervosa: è caratterizzata dalla tendenza a esercitare, in maniera disregolata, un eccessivo controllo sul proprio peso. La persona alterna momenti in cui segue una dieta ferrea a momenti in cui assume in breve tempo e senza controllo grosse quantità di cibo (abbuffate). Dopo le abbuffate, per scongiurare l’aumento di peso, seguono spesso delle condotte compensatorie (vomito autoindotto, uso improprio di lassativi, digiuno, esercizio fisico eccessivo).
  • “Binge Eating Disorder” (Disturbo d’abbuffata): è un disturbo da alimentazione incontrollata spesso correlato a sovrappeso e obesità. Si distingue dalla bulimia per l’assenza di condotte compensatorie quali eccessivo esercizio fisico, digiuno o vomito. Le sue caratteristiche principali sono legate a fame vorace, pasti irregolari, scarsa consapevolezza del senso di fame e senso di sazietà, repressione delle emozioni (rabbia, tristezza, noia…).